Lo spirito del Macron Hero nelle prossime sfide di FA Cup

Lo spirito del Macron Hero nelle prossime sfide di FA Cup

La magia del calcio è nei sogni che si avverano. La magia della FA Cup, la più antica competizione calcistica al mondo, è nel fatto che questi sogni li realizza consentendo a squadre di categorie inferiori di poter affrontare e magari eliminare anche i giganti della Premier League. Questo è il calcio inglese, dove Macron scende in campo con i suoi club.

Nel terzo turno della FA CUP 2020-2021, che festeggia la 140ma edizione e che è in programma nel week en del 9 e 10 gennaio, molte le squadre della scuderia Macron pronte a scendere in campo. Si tratta di Bristol Rovers, Chorley FC, Marine AFC, Millwall FC, Morecambe FC, Nottingham Forest, Reading FC, Stoke City e Stevenage. 

Affascinante sfida quella tra lo Stoke City e il Leicester; il Reading FC sarà ospite del Luton; il Millwall FC sarà impegnato sul campo del Boreham Wood, squadra di National League; interessante anche il match tra ‘The Pirates’ dei Bristol Rovers e ‘the Blades’ dello Sheffield United, club di Premier League; infine la sfida tutta da Championship tra il Nottingham Forest e i gallesi del Cardiff City.

Un discorso a parte meritano le quattro formazioni che provengono dalle categorie più ‘lontane’ rispetto al vertice, ma non per questo meno ricche di storia e tradizione. Sono il Marine AFC, il Chorley FC, il Morecambe FC e il Stevenage che i prossimi 9 e 10 gennaio affronteranno rispettivamente il Tottenham Hotspur, il Derby County dove gioca un certo Wayne Rooney, un’altra protagonista del massimo campionato inglese come il Chelsea e lo Swansea City. Quattro sfide davvero storiche e che tutti i tifosi potranno seguire live in Tv.

Il Marine AFC, fondato nel 1894, è un club di Crosby, qualche chilometro a nord di Liverpool, e milita nella Northern Premier League, settimo livello del calcio inglese.  Il rapporto tra Macron e The Mariners dura da diverse stagioni confermando una massiccia presenza del brand italiano nel calcio inglese a partire dalle serie di vertice fino a quelle inferiori.  Gli spalti del Rossett Park si apprestano ad ospitare i tifosi del Marine che oltre a sostenere i propri beniamini, potranno vedere in campo campioni del calibro di Harry Kane, Dele Alli, Heung-Min Son, Gareth Bale.  Il Marine AFC è noto anche per aver avuto uno dei più longevi allenatori nella storia del calcio inglese del dopo guerra: si tratta di Roly Howard che ha guidato la squadra dal 1972 al 2005.

Il Chorley FC, squadra della National League dell’omonima cittadina del Lancashire, vanta 137 anni di storia. I bianconeri, da qui il soprannome The Magpies (le gazze), sono attesi dalla sfida di FA Cup contro il Derby County dove milita nel doppio ruolo di giocatore-allenatore uno dei più forti attaccanti della storia del calcio inglese: Wayne Rooney.
Per il Chorley FC l’accesso a questo terzo turno di FA Cup rappresenta il miglior risultato nella competizione ed è grande l’attesa per la sfida del 9 gennaio in programma al Victory Park, costruito nel 1920 per commemorare la fine della Prima Guerra Mondiale.

Sarà invece lo Stamford Bridge, stadio del Chelsea, ad ospitare la sfida tra i Blues e il Morecambe FC, altro club entrato nel 2017 nella famiglia Macron e che gioca in League Two, quarta divisione del calcio inglese. Quest’anno la squadra della città costiera del Lancashire affacciata sul mare d’Irlanda festeggia i 100 anni di storia. Il soprannome dei biancorossi è The Shrimps, i gamberetti, simbolo che appare anche nello stemma del club.

Lo Stevenage Football Club è il più ‘giovane’ tra questi club essendo stato fondato nel 1976. Stevenage è una cittadina del Hertfordshire famosa anche per essere la città natale del pluricampione mondiale di Formula 1, Lewis Hamilton. I biancorossi militano in Football League Two e hanno come simbolo il cervo, ben presente anche nello stemma del club. Lo Stevenage ospiterà sul prato Lamex Stadium i gallesi dello Swansea City che militano in Championship, seconda divisione del calcio inglese.  

Una presenza importante quella dei club Macron in una delle competizioni calcistiche più affascinanti del calcio mondiale e una conferma di quando il brand italiano, ormai da anni, sia un preciso riferimento sul mercato britannico nel quale abbraccia trasversalmente tutte le categorie e squadre che hanno scritto la storia del calcio nazionale e internazionale.

Tutte sfide dove lo spirito del Macron Hero si esprime compiutamente e dove fatica, passione e determinazione sono gli ingredienti che spingono i giocatori in campo ad inseguire un sogno.  Perché la magia del calcio è nei sogni che si avverano. “Work hard. Play harder”.

Rosa fluo per la maglia Macron delle Zebre per la Challenge Cup

Rosa fluo per la maglia Macron delle Zebre per la Challenge Cup

Zebre Rugby Club, dopo aver presentato le maglie per la stagione di Guinness PRO14, ha svelato anche il nuovo kit gara realizzato da Macron, azienda leader internazionale nel settore del teamwear e sponsor tecnico della franchigia di proprietà della Federazione Italiana Rugby, che sarà indossato durante gli incontri della coppa europea European Rugby Challenge Cup, prestigiosa manifestazione a livello continentale alle quali le Zebre prendono parte.
 
Per la terza maglia, quella di “Coppa”, la scelta è caduta su un brillante rosa fluo (uno dei cinque colori che dal 2017 caratterizzano il logo delle Zebre e rappresentano i colori di tutti i club italiani sui campi d’Europa e Sudafrica).  
 
Le Zebre vogliono continuare nella loro mission d'innovazione verso il rugby italiano, e lo fanno anche grazie a questa maglia celebrativa dedicata a Max Guazzini, dirigente capace di portare un positivo cambiamento al rugby moderno dentro e fuori dal campo.
 
Nato a Marsiglia nel 1947 da una famiglia di origini fiorentine, il dirigente italo-francese è stato un vero innovatore del rugby d'oltralpe grazie al club parigino dello Stade Français di cui é stato presidente dal 1992 al 2011.
 
Oltre che nello stile e nei colori delle maglie -il rosa fluo diventata seconda pelle del club dove hanno giocato grandissimi campioni anche del rugby italiano quali Dominguez, i fratelli Bergamasco e Parisse- la profonda cultura del mondo dell'intrattenimento é servita a Max Guazzini a portare festa e spettacolo dentro gli stadi del rugby parigino, un'altra profonda innovazione che ha ottenuto grande successo nella capitale francese.
 
La maglia, a girocollo, è caratterizzata da una grafica zebrata, questa volta monocolore nera a contrasto, sulla parte anteriore. Il collo è bordato di nero, mentre sui bordi manica è presente il tricolore. Il backneck è personalizzato con il nuovo logo del club e con la grafica multicolor. Sul retro del colletto, oltre alla tasca per contenere il rilevatore Gps, è inserita in grafica sublimata la scritta GRAZIE LUCA in ricordo di Luca Sisti, videoanalyst del club scomparso nel 2015 a seguito di un incidente stradale.
 
Sul petto, a destra, in stampa sublimatica nera, il Macron Hero, logo del brand italiano, a sinistra sul cuore campeggia il nuovo logo di Zebre Rugby Club e al centro il logo della Federazione Italiana Rugby. Sul retro della maglia, sopra al logo Zebre Family, come per le versioni ‘Home’ e ‘Away’ per il Guinness PRO14, è stampata la scritta in latino AUT FACERE SCRIBENDA, AUT SCRIBERE LEGENDA. Motto in latino ripreso dalla lettera scritta da Plinio il giovane all’amico Tacito e in questo caso utilizzato per sottolineare come ai giocatori in campo “sia dato di fare cose degne di essere narrate”.
 
I pantaloncini sono neri con banda rosa fluo sui lati che riprende la grafica della maglia. I calzettoni sono neri con bordo superiore rosa fluo e sul davanti è presente il Macron Hero e sul polpaccio la scritta ZEBRE. La maglia ha una vestibilità Body e il tessuto principale è in Armevo, materiale che consente ai giocatori il massimo confort in campo, così come gli inserti in micromesh per una perfetta traspirabilità.
 
La terza maglia, di ‘Coppa’, così come tutto l’abbigliamento realizzato da Macron per lo Zebre Rugby Club, è in vendita sul sito web www.macron.com, in alcuni punti vendita Macron Store tra cui quello di Parma ed allo Stadio Sergio Lanfranchi di Parma in occasione delle future gare interne aperte al pubblico di Tommaso Castello e compagni.

Il Macron Hero ha accompagnato Stéphanie Frappart in una partita entrata nella storia

Il Macron Hero ha accompagnato Stéphanie Frappart in una partita entrata nella storia

Non c’è dubbio, la partita di UEFA Champions League tra Juventus e Dinamo Kiev, giocata mercoledì 2 dicembre allo ‘Stadium’ di Torino, ha scritto una pagina storica nel mondo del calcio. Stéphanie Frappart è diventata il primo arbitro donna a dirigere una gara della massima competizione europea maschile per club.

Macron, in qualità di “Official UEFA Referee Match Kit Supplier”, è felice e orgogliosa di aver partecipato a questo storico evento e di aver contribuito con il materiale tecnico, concepito e sviluppato per consentire ai direttori di gara di svolgere al meglio il proprio ruolo sul campo, all’importante performance della direttrice di gara francese.

Il Macron Hero ha accompagnato la trentaseienne francese di Herblay, oltre che nel match di UEFA Champions League, anche in un’altra importante tappa della sua brillante carriera: la finale della Supercoppa Europea tra Liverpool e Chelsea nell’agosto 2019. Stéphanie Frappart ha al suo attivo anche due Mondiali femminili, un’Olimpiade ed è stata anche la prima donna a dirigere una partita maschile nel massimo campionato francese.

Il Macron Hero, logo del brand italiano, spicca sulle maglie degli arbitri UEFA dal 2019, anno che ha sancito l’accordo con il massimo organismo del calcio europeo e in base al quale l’azienda di Valsamoggia è diventata “Official UEFA Referee Match Kit Supplier”, prima azienda italiana a fornire tutto il materiale tecnico al settore arbitrale UEFA.  Proprio Stéphanie Frappart era stata uno degli arbitri presenti, nel maggio 2019 a Nyon, in occasione dell’annuncio ufficiale dell’accordo.

Professionalità, competenza, preparazione tecnica e atletica, concentrazione, sono determinanti in una prestazione sportiva e soprattutto non hanno genere. Stéphanie Frappart ha diretto con bravura e sicurezza un match delicato come può esserlo quello di UEFA Champions League. – ha dichiarato Gianluca Pavanello, Ceo di Macron – Siamo felici di aver supportato l’arbitro francese nel suo lavoro in campo con il nostro abbigliamento tecnico. Ricerca, innovazione, qualità dei materiali sono le chiavi vincenti per poter sviluppare prodotti e mettere il più possibile a proprio agio chi deve svolgere un ruolo così delicato e spesso soggetto a grande pressione come quello del direttore di gara”.

La collezione dedicata al settore arbitrale UEFA, nelle versioni maschile e femminile, è total custom e comprende, oltre ai kit gara anche articoli training, travel e una serie di accessori esclusivi con particolare attenzione all’abbigliamento intimo e alle sottomaglie, dotate di pratiche tasche sulle braccia e sulle spalle per inserire gli accessori tecnologici ormai parte integrante in campo dell’attività dell’arbitro.

Macron e U.C. Sampdoria hanno presentato la nuova maglia ‘Andrea Doria’ special edition

Macron e U.C. Sampdoria hanno presentato la nuova maglia ‘Andrea Doria’ special edition

Unione Calcio Sampdoria e Macron, sponsor tecnico del club blucerchiato, hanno presentato la maglia Andrea Doria, una special edition che la squadra indosserà domenica 6 dicembre in occasione della sfida casalinga contro il Milan. Una maglia dallo stile vintage e che rappresenta la storia e le origini dell’Unione Calcio Sampdoria. 

L’inconfondibile casacca blucerchiata nasce infatti dalla fusione delle maglie di due società, Sampiedarenese e Andrea Doria, che il 12 agosto 1946 diedero origine all’attuale Unione Calcio Sampdoria. L’Andrea Doria, fondata nel 1895 e dedicata al famoso ammiraglio della Repubblica di Genova, giocava con una maglia bianco blu a quarti (blu a destra, bianco a sinistra e maniche con colore invertito). Una divisa che è tra le più antiche del calcio italiano: la sezione calcio dell’Andrea Doria nasceva infatti nel 1900 e oggi con ben 120 anni di storia questa maglia si rifà il look in una special edition che Macron ha realizzato per l’U.C.Sampdoria.

La maglia ‘Andrea Doria’ ha il collo a polo vintage con laccetti integrati e il backneck è personalizzato con i colori blucerchiati, lo stemma del club e l’indicazione del numero dell’edizione limitata. La parte destra della maglia è in blu navy, mentre la sinistra è bianca, colori che si invertono sulle maniche (bianca la destra, blu navy la sinistra) con bordi in maglieria.

Sul petto a destra è ricamato in bianco il Macron Hero, logo del brand italiano, al centro, più in basso, spicca la croce di San Giorgio, simbolo del capoluogo ligure e sempre presente all’interno della fascia blucerchiata nelle maglie dell’U.C.Sampdoria. Infine nel retrocollo, in grafica embossata e in corsivo, è inserita la scritta U.C.Sampdoria. La maglia ha una vestibilità Slim Fit, il tessuto principale è Softlock e la presenza di inserti in micromesh assicurano una perfetta traspirabilità.

La nuova maglia ‘Andrea Doria’ special edition è in vendita online sui siti ufficiali di U.C.Sampdoria e Macron e dalla giornata di giovedì 3 dicembre sarà acquistabile presso i Macron Store.
 

MARCO BELINELLI MODELLO D’ECCEZIONE PER LE NUOVE DIVISE MACRON DELLA VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

MARCO BELINELLI MODELLO D’ECCEZIONE PER LE NUOVE DIVISE MACRON DELLA VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Non poteva esserci occasione migliore per svelare le nuove divise realizzate da Macron per la Virtus Segafredo Bologna se non la contemporanea presentazione ufficiale dell’arrivo e del ritorno tra le V nere di Marco Belinelli. Il campione bolognese, primo e unico giocatore italiano a vincere un titolo NBA, dopo tredici stagioni negli States, è rientrato in Italia e ha sposato il progetto Virtus, diventando oggi il “modello ideale” per la presentazione dei nuovi kit gara che i bolognesi indosseranno nel corso della stagione.

La nuova “Home” per il campionato italiano è bianca con collo a V in maglieria con inserto frontale. I bordi degli sbracci sono neri, mentre sugli inserti laterali è presente una banda nera con il logo del club ripetuto e in bianco.

Sul petto, a destra, in stampa sublimatica, il Macron Hero, logo del brand italiano, a sinistra, lato cuore, lo scudetto della Virtus Segafredo. I pantaloncini sono bianchi con coulisse bianche e sui fianchi riprendono lo stesso motivo grafico – logo del club ripetuto – presente sulla canotta.

La versione “Away” è nera e ripropone il design e la grafica della Home. Il collo è a V, bicolore in maglieria con inserto frontale. Gli inserti laterali sono su fondo bianco con la grafica del logo della Virtus Segafredo in bianco. Sul petto a destra il Macron Hero, a sinistra il logo del club virtussino, entrambi in stampa sublimatica. I pantaloncini neri con coulisse bianche ripropongono le due bande laterali con il logo del club monocromatico e ripetuto.

I due game kit hanno una vestibilità Regular e la presenza di inserti in micromesh rende il capo perfettamente traspirante.
 
Le nuove divise della Virtus Segafredo sono disponibili online sul sito Macron, nei Macron Store e nei punti vendita autorizzati.

A caratterizzare i nuovi capi della Virtus Segafredo è l’icona del brand italiano: il Macron Hero. Il logo, che rappresenta la figura umana, si ispira alla punta della lancia che per definizione è dinamismo e rapidità. Il Macron Hero simboleggia in modo ancora più efficace la gioia alla fine della sfida. Il raggiungimento di un obiettivo. Fatica, passione e determinazione. La filosofia Macron: “Work hard. Play harder”.